Il potere dello storytelling nel content marketing: come creare una narrazione avvincente

da | Comunicazione, Content marketing

Metti in risalto i tuoi contenuti e crea connessioni raccontando storie coinvolgenti

Stai scorrendo Instagram ed emetti un sospiro annoiato. Tutto sembra uguale.

Un’altra foto perfettamente allestita, un altro post sui suggerimenti sui contenuti di Instagram per i proprietari di piccole imprese. Tutto essenziale. Tutto poco interessante.

Proprio mentre stai per arrenderti e chiudere l’app, un post attira la tua attenzione. È un post che ha attirato la tua attenzione perché usa un approccio e un tono di voce diverso e unico. Ti senti coinvolta nella lettura dimenticandoti del resto per alcuni preziosi istanti.

Vedi come questo post ha attirato la tua attenzione meglio della maggior parte di altri contenuti? Questo è il potere della narrazione.

Quando pensi al tuo stile di scrittura non devi immaginarlo usando un linguaggio come se stessi scrivendo un romanzo. Puoi personalizzarlo in base alle tue esigenze, ma ci sono alcuni principi chiave dello storytelling da cui possiamo imparare quando creiamo contenuti per l anostra strategia di content marketing.

1. Perché usare lo storytelling nel tuo content marketing

Al giorno d’oggi chiunque può utilizzare uno strumento di intelligenza artificiale per pubblicare un articolo o un post su Instagram in pochi secondi. Anche se personalmente non ti consiglierei di farlo (a parte il fatto che i tuoi contenuti saranno proprio come quelli di tutti gli altri, l’intelligenza artificiale è anche spesso errata la maggior parte delle volte!), non possiamo negare che stia accadendo.

Ma anche se l’intelligenza artificiale migliora con il tempo e utilizza un tono di voce più sfumato, l’unica cosa che non sarà mai in grado di sostituire sono le nostre esperienze, intuizioni e storie uniche e personali.

Inserendole nei nostri contenuti, è così che possiamo continuare a distinguerci da tutti gli altri!

  • Quando condividi approfondimenti e dietro le quinte di te o della tua attività, ti apri e diventi più vulnerabile nei confronti del tuo pubblico, il che lo farà sentire più vicino a te e al tuo marchio.
  • Lo storytelling è un’arte che gli esseri umani praticano da migliaia di anni e gli studi ci mostrano che i nostri cervelli sono un po’ ossessionati dall’idea di una narrazione… quando sentiamo l’inizio di una storia, desideriamo una soluzione.

Quindi appoggiati a quel desiderio umano di una narrazione e coinvolgi il tuo pubblico nello scoprire “cosa succede dopo” nelle storie che condividi.

2. Elementi di un storia narrativa avvincente

Probabilmente hai imparato qualcosa del genere a scuola: un arco narrativo classico includerà sempre un Inizio (Introduzione), una parte centrale, e una Fine. Alcuni archi narrativi includono anche altri alti e bassi lungo il percorso, con più flessioni, parti centrali e una conclusione ,come la ” struttura in tre atti”.

La maggior parte delle storie iniziano con un gancio (un termine che amo poco ma che da l’idea di cosa ti spiego più avanti). Qualcosa che attiri la tua attenzione e ti faccia venir voglia di seguire il resto della storia.

Pensa a quando leggi un libro o guardi un film; se il primo capitolo non ti cattura, probabilmente metterai giù il libro o spegnerai il film, perché non ti senti obbligata a sapere cosa succederà dopo. 

Il gancio iniziale può suscitare interesse creando domande nella mente del pubblico che, se posizionate correttamente, lo spingono a voler conoscere le risposte (perché gli esseri umani bramano una soluzione, giusto?). 

Il mio consiglio: inizia con una frase che descriva esattamente l’oggetto del contenuto. Nessun mistero, niente giri di parole. Non dobbiamo ingannare il nostro pubblico per portarlo dentro una lettura che poi magari abbandonerà ma renderlo subito consapevole dell’utilità del contenuto. Se per lui non è utile meglio lasciarlo andare piuttosto che ingannarlo. Non credi?

3. Come tradurlo nel tuo contenuto

Incorpora sempre un inizio (introduzione), una parte centrale e una conclusione.

Vedo sempre persone che vanno dritte al “mezzo” nei contenuti di lunga durata come i post dei blog ma anche nelle didascalie di Instagram . Non hanno un’introduzione prima di immergersi direttamente e significa che perdi metà del pubblico prima ancora che abbiano iniziato a leggere.

Vedo anche persone che condividono solo la parte centrale, o solo la conclusione, senza nient’altro. Pubblicano un post sul loro prodotto o servizio, senza fornire un’introduzione sul perché il loro pubblico potrebbe averne bisogno.

Storie con la testimonianza di un cliente o un ultimo progetto, senza alcuna introduzione su chi fosse il cliente e quale problema hai risolto per lui.

Oppure condividono il dietro le quinte della realizzazione di un prodotto senza spiegare niente su quel prodotto (qui entra in gioco anche la paura incomprensibile di essere copiate) e quindi sembrerà una storia casuale per il tuo pubblico, piuttosto che portarlo dentro il viaggio di realizzazione di quel prodotto.

Accompagna le persone attraverso una storia mentre condividi contenuti!

4. Migliori pratiche per l’utilizzo dello storytelling nei tuoi contenuti

Non puoi sapere quali storie avranno risonanza con il tuo pubblico se non lo conosci veramente. Dove sono adesso? Dove desiderano essere? Quali sono le loro lotte, paure, passioni e desideri? Lo storytelling migliora ancora di più nell’aiutarti a distinguerti quando hai chiara la voce e lo stile del tuo brand, e rende più facile che le tue storie e intuizioni fluiscano da te quando anche tu lo sai.

Quando non abbiamo chiaro il nostro cliente ideale anche il prodotto/servizio migliore al mondo perde importanza perché c’è una grande difficoltà nel saperlo comunicare. Quando tutto questo è chiaro pianificare i contenuti legati alla tua strategia di content marketing e creare uno storytelling avvincente sarà molto più scorrevole ed intuitivo.

Nell’area risorse gratuite del mio sito troverai diversi contenuti gratuiti e strumenti utili che possono esserti di supporto nello sviluppo e gestione della tua attività.

Hai bisogno di ispirazione?

Iscriviti per ricevere la mia posta ricca di risorse utili e suggerimenti creativi! Avrei anche accesso alla mia area riservata ricca di workbook e strumenti di lavoro gratuiti.

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
una postazione di lavoro che descrive il blog di Silvia Matzeu

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This