Come affrontare il confronto nelle nostre attività creative

da | Ispirazione, Vita da freelance + business

Conosci la sensazione che sopraggiunge quando scorri Instagram e all’improvviso ti rendi conto che la tua autostima è crollata a terra?

Di solito è anche combinato con un misto di sentimenti come invidia, delusione, senso di non essere abbastanza brava e anche panico che ti fa sentire la necessità di fare di tutto per tenere il passo.

Questo è l’effetto del confronto su di te, e non solo può essere dannoso per il tuo lavoro (perché sei molto più a rischio di cercare di imitare qualcun altro o di fare cose che non sono adatte alla tua attività o al tuo pubblico target se ti confronti costantemente e cerchi di stare al passo con gli altri), ma può anche essere dannoso per la tua salute mentale e la tua autostima.

Ora, non sono assolutamente un’esperta nell’affrontare questo problema: è praticamente impossibile evitarlo, soprattutto se hai un business online e quindi hai bisogno di trascorrere tutto il giorno, tutti i giorni, online e sui social media. Ma ho pensato di condividere alcuni dei miei migliori consigli per affrontare il confronto quando si presenta.

1. Sii consapevole di chi stai seguendo

È molto facile accumulare nel tempo un insieme di centinaia di persone le cui attività, valori e modo di fare le cose non sono nemmeno in linea con i nostri. Consiglierei sempre di cercare di essere selettivi riguardo ai consigli che stai ascoltando, ma lo stesso vale anche per i business con cui ti stai confrontando. Se vedi qualcuno che ha più successo di te, ma che ha fatto certe cose o ha provato strategie per raggiungere questo obiettivo che semplicemente non si adattano ai tuoi valori, allora non ha senso cercare ispirazione in questa persona.

Inoltre fermati ogni tanto a considerare che potrebbero essere molto più avanti di te in termini di tempi e percorsi nella loro attività. Non confrontare il tuo passaggio 2 con il passaggio 10, probabilmente sono stati dove sei tu e quindi non sentirti frustrata se non sei ancora come loro.

2. Ricorda che stai vedendo solo i punti salienti dell’attività e della vita di quella persona

Non si sa mai veramente cosa sta succedendo dietro le quinte del “successo” di qualcun altro, perché le persone possono facilmente curare i propri feed sui social media in modo che appaiano in un certo modo o condividere solo i punti salienti di come sta andando la loro attività. Potrebbero avere un sacco di clienti o avere un lancio di successo, ma potrebbero anche essere fortemente stressati, sopraffatti e infelici. Potrebbero aver perso amici o danneggiato relazioni sacrificando il raggiungimento del successo, cosa che in realtà non desideri, giusto?

Inoltre non sai cosa è servito a quella persona per raggiungere quelle cose. Potrebbero aver avuto un aiuto attraverso altre figure professionali o, ad esempio, il sostegno finanziario della famiglia.

Ed è importante ricordare sempre che quando qualcuno condivide un risultato in termini di entrate – ad esempio “Ho guadagnato 6 cifre il mese scorso” o “Ho avuto un lancio di 70.000 euro – di solito non si riferisce al profitto. Potrebbero aver guadagnato 70.000 euro ma ne hanno spesi 50.000 per arrivarci, non proprio un business sano da cui prendere esempio.

E poi personalmente trovo di cattivo gusto dichiarare il proprio fatturato al solo scopo di creare disagio e “dolore” negli altri spesso al solo scopo di vendere (perché spesso è di questo che si tratta). Affrontare il confronto in queste dinamiche è fondamentale.

3. Analizza te stessa prima di entrare in modalità “ricerca di mercato”

L’analisi della concorrenza e le ricerche di mercato sono sicuramente importanti quando si gestisce un’impresa, ma prima di sederti per svolgere un’attività come questa, trascorri un momento con te stessa per verificare di essere nello spazio mentale giusto.

Se ti senti giù, hai una “giornata negativa” o hai difficoltà ad avere fiducia in te stessa in quel momento, non è il momento giusto per approfondire le attività dei tuoi concorrenti.

4. Non avere paura di smettere di seguire

Se continui a provare sentimenti negativi dopo aver visto i post di qualcuno online, è perfettamente normale smettere di seguire quell’account. È probabile che non se ne accorgano mai e, se lo fanno, puoi spiegare che vedere il loro contenuto ti stava portando fuori strada.

Oppure, se davvero non puoi smettere di seguirli, puoi sempre disattivarli temporaneamente finché non ti sentirai in uno spazio mentale migliore.

Un ottimo consiglio è quello di andare all’elenco delle persone che segui su Instagram, dovresti vedere la sezione “I più mostrati nel feed”. Questo è un elenco di tutti gli account che ti vengono mostrati regolarmente (a volte ti ritrovi con gli account che ti vengono mostrati continuamente semplicemente perché continuano a mostrarti continuamente e continui a interagire con il post deliberatamente o non deliberatamente: è un circolo vizioso!), quindi ti dà l’opportunità di curare questo aspetto e silenziare/smettere di seguire chiunque ti distragga.

5. Tieni gli occhi puntati sui tuoi obiettivi e i tuoi valori

Il confronto è davvero solo una forma di distrazione. Ti stai distraendo chiedendoti cosa stanno facendo gli altri e come sono arrivati ​​dove sono, invece di concentrarti sui tuoi obiettivi e valori e trovare soluzioni uniche su come arrivarci.

Come ho detto, la ricerca è importante, ma se ti distrai con la “sindrome dell’oggetto luccicante” (ad es. “Oh, questa persona lo fa, quindi dovrei farlo anch’io!”) o perdi di vista ciò che è importante per te, allora questo può essere dannoso per la tua attività.

6. Festeggia le tue piccole vittorie

Se ti confronti costantemente con gli altri, i tuoi successi non ti sembreranno mai abbastanza. MAI. Perché (e so che non è bello da sentire, ma è vero) ci sarà sempre qualcuno là fuori che è più grande/più abile/più ricco di te.

Ma per tua fortuna, la vita non è solo una competizione, quindi non hai bisogno di competere con i risultati degli altri. Rimani concentrata e festeggia quando raggiungi i tuoi obiettivi che ti sei prefissata, perché altrimenti non festeggerai mai (e tutte noi amiamo festeggiare)!

7. Investi su te stessa e nel tuo business

A volte puoi ritrovarti bloccata in una routine di confronto quando hai la sensazione di andare troppo lentamente. Forse l’apprendimento di una nuova competenza richiede troppo tempo oppure la crescita della tua attività semplicemente non è quella che ti aspettavi.

Ma ciò che molte persone non capiscono è che quegli imprenditori e quelle imprenditrici che apparentemente hanno ottenuto grandi successi e crescita, tutti avranno speso tempo e denaro investendo in se stessi e nello sviluppo del proprio business. Spenderanno soldi per guadagnare di più e riceveranno aiuto per apprendere e migliorare le proprie competenze in modo efficace.

Non sto dicendo che sia sempre una necessità, ma se guardi davvero dietro le quinte di molte delle attività che ammiri, è molto probabile che abbiano ricevuto aiuto attraverso uno di questi mezzi e abbiano investito molto in se stesse per arrivare dove sono.

8. Adotta una mentalità “c’è sempre abbastanza”

So che può sembrare una sciocchezza perché della parola “abbondanza” si è detto tutto e spesso distorcendo il suo vero significato. Ma in termini basilari significa semplicemente credere e sapere che c’è abbastanza lavoro per andare avanti. Tutto è legato ad una “mentalità della scarsità”, in cui si crede che ci sia una quantità limitata di opportunità e quindi si finisce per considerare le altre persone come concorrenti e come se tutti lottassero per le stesse opportunità.

Arrivare a tutto con un senso di mancanza o scarsità può farti apparire instabile, negativa o addirittura avida e il tuo pubblico lo può percepire. Approcciarti alla tua attività con una mentalità di abbondanza può aiutarti a liberarti dai confronti e farti sentire e sembrare più sicura e rilassata.

Non di rado mi capita di incrociare storie in cui ci si lamenta della scarsità delle proprie vendite, dei like, dei commenti e di tanto altro. Da potenziale cliente (e anche da non potenziale) smetto di seguire questi account che trattano il proprio pubblico non come persone da servire ma come numeri da cui trarre profitto.

9. Ricordati che non sei il tuo lavoro

Come libere professioniste e imprenditrici è naturale sentire che parte della tua identità è legata al successo della tua attività o alla qualità del tuo lavoro. È facile prendere sul personale le critiche e i fallimenti, ma il mio consiglio più grande è cercare di ricordare che non sei il tuo lavoro.

Siamo esseri umani con vite, circostanze personali e passioni complesse e straordinariamente diverse, e non possiamo legare la nostra autostima ai risultati delle nostre attività, perché siamo tutte molto più di questo.

Se inizi a perdere fiducia quando vedi cosa stanno facendo gli altri, prova a uscire per un momento dal tuo spazio lavorativo. Fai una passeggiata, vedi amici e familiari o coltiva un hobby per un po’, per aiutarti ad acquisire un senso di prospettiva e ricordare a te stessa che il lavoro e gli affari non sono tutto. Potrebbe sembrare così a volte, ma non lo è. Tu sei tu.

Nell’area risorse gratuite del mio sito troverai diversi contenuti gratuiti e strumenti utili che possono esserti di supporto nello sviluppo e gestione della tua attività.

Hai bisogno di ispirazione?

Iscriviti per ricevere la mia posta ricca di risorse utili e suggerimenti creativi! Avrei anche accesso alla mia area riservata ricca di workbook e strumenti di lavoro gratuiti.

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
una postazione di lavoro che descrive il blog di Silvia Matzeu

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This