6 cambiamenti chiave della tua mentalità di business

da | Mindset e motivazione

Qual è la risorsa più importante nella tua attività?

Non sono una coach ma nel mio lavoro di business mentor mi imbatto ogni giorno in imprenditrici che non riescono ad avviare o far crescere la propria attività perché condizionate da pensieri limitanti che mettono un freno alla loro creatività e alle loro idee. La risorsa più importante nella tua attività è la tua mentalità di business, la struttura e la qualità delle tue convinzioni che modellano ogni decisione che prendi e il modo in cui ti presenti nella tua attività ogni giorno.

La tua mentalità di business è il software operativo che ti consente di risolvere problemi, individuare opportunità, assumere rischi intelligenti e andare avanti con fiducia in te stessa. Potresti essere super centrata nella vita di tutti i giorni ma completamente disallineata quando si tratta di vestire i panni dell’imprenditrice.

Quindi, se stai cercando di fare un investimento di tempo e fatica che ti ripagherà nella tua attività per gli anni a venire la tua mentalità è la strada da percorrere. Condivido i 6 dei cambiamenti di mentalità più importanti che puoi apportare se sei pronta per raggiungere il tuo livello successivo come imprenditrice.

1. Più lavoro = più risultati

Nei primi due anni di attività c’è tanto da fare e quando sei in questa fase iniziale provi un sacco di cose diverse, quindi è facile lasciarsi prendere dal tentativo di essere ovunque e fare tutto, sempre. Alla fine, potresti ritrovarti a darti da fare tutto il tempo senza una strada tracciata da percorrere.

È tempo di semplificare, razionalizzare e ristrutturare la tua attività affinché lavori per te e ti senta energica e a tuo agio. Perché costruire un’impresa richiede lavoro e un investimento significativo di tempo, energia e creatività ma lavorare fino all’esaurimento non equivale a risultati migliori.

Ad un certo punto, fare di più, lavorare ore extra e cercare di essere tutto per tutti, serve solo a stancarti, prosciugare le tue energie e trasmettere questo anche al tuo pubblico.

Ciò che permette di ottenere i risultati migliori è portare sempre il meglio di noi nella propria comunità. Dare priorità al tuo benessere e alla sostenibilità della tua attività. Così potrai presentarti pienamente energica, allineata e trattare la tua attività e le relazioni con i tuoi clienti come la ciliegina sulla torta della tua vita, non qualcosa da cui dipende la tua felicità.

Se il tuo primo pensiero è: ho così tanto da fare, come riuscirò mai a fare tutto? Devo solo impegnarmi e portarlo a termine ad ogni costo, altrimenti non farò mai alcun reale progresso. Se voglio risultati, devo dedicare del tempo: una volta che tutto è finito, posso finalmente riposarmi. Non è la giusta mentalità di business.

L’approccio migliore invece potrebbe essere questo: ci sono molte cose che potrei fare ma mi concentrerò su una o due cose che mi avvicinano al mio obiettivo. Utilizzerò il tempo extra per fare qualcosa che mi alimenti e mi dia energia, in modo da poter dare il meglio di me per la mia attività.

2. Buono per lei, non per te

“Il confronto è il ladro della gioia.” – Theodore Roosevelt

Quindi eccoti lì, a farti gli affari tuoi e a fare le tue cose quando – ops! Vedi qualcuna festeggiare un traguardo importante che non hai ancora raggiunto e ti lascia senza parole. La maggior parte di noi può identificarsi con questo meccanismo, è nella natura umana confrontare la nostra posizione con quella degli altri, perché scivolare nell’ordine gerarchico sembra una minaccia alla nostra sopravvivenza.

Non sei in gara con nessuno. Ognuno di noi segue la propria strada, si dirige verso la propria destinazione, procede al proprio ritmo e si ferma tutte le volte che vuole per riposare, godersi i propri spazi e fare cose che ci piacciono e che ci sembrano appaganti.

Costruire la tua attività non è una corsa a chi arriva prima. È un viaggio che è tuo e non c’è bisogno di confrontare il tuo viaggio con quello di qualcun altra. Ognuna di noi ha in mente le proprie circostanze, priorità e destinazione ideale.

Se quando ti confronti con le tue competitor pensi: sono così fantastiche che chiaramente hanno qualcosa che io non ho. E devono sapere qualcosa che io non so. Sono troppo vecchia/giovane/timida/inesperta/senza competenze ecc. perché qualcuno mi prenda sul serio o mi veda come un’esperta: cosa mi fa pensare che potrei avere successo?

La mentalità di business migliore invece dovrebbe portarti a questo raggionamento: loro stanno andando alla grande a modo loro, e io sto andando alla grande a modo mio! Ognuna di noi segue la propria strada.

3. La paura è tua amica

C’è un mito popolare secondo cui, per diventare inarrestabile e raggiungere i tuoi obiettivi, devi abbandonare del tutto le tue paure e diventare “senza paura”, o senza ansia. Non so come questo sia possibile e anzi penso che questi stati d’animo siano necessari per tante ragioni, fino a che non diventano limitanti ovviamente.

In realtà, tutto ciò che devi fare è permettere alla paura di far parte della tua equazione. C’è e ci sarà sempre. Non posso immaginarmi senza paura: di un nuovo inizio, di un lancio, di un nuovo anno da p.iva.  Non lasciare che ti fermi, ma non aspettare nemmeno che scompaia prima di intraprendere qualsiasi azione.

La paura è un segno che ti stai muovendo nella direzione di ciò che vuoi veramente. E se sbaglio? E se dicono di no? E se rimango delusa? Nessuno di questi pensieri ti verrebbe in mente se non ti importasse del risultato.

Con il passare del tempo, man mano che cresci nel tuo percorso lavorativo, inizierai a riconoscere la paura non come un ostacolo che ti dice di tornare indietro, ma come un segnale che sei sulla strada giusta.

Cosa succede se sbaglio? E se a qualcuno non piace quello che dico? E se rimango delusa? Cosa succede se si verifica lo scenario peggiore? Non credo di poter rischiare. E invece il rischio è parte integrante di un’impresa (che se si chiama così un motivo forse ci sarà).

4. Fallire è anche imparare

Fallire può essere spaventoso e travolgente, ma la verità è: il fallimento è una parte certa in un’attività imprenditoriale. Forse il più grande pensiero limitante nella tua mentalità di business.

Quando avvii un’impresa, l’idea del fallimento può sembrare diversa da come la si percepiva in passato. Sembra più “pubblica”, più vulnerabile, riflette il tuo valore come persona. Ma in realtà non è nessuna di queste cose.

“Se lancio questa offerta e non vende, tutti mi vedranno e mi giudicheranno!”

“Se condivido questo contenuto e non ottiene coinvolgimento, tutti vedranno e penseranno che sono in difficoltà!”

“Se creo questo evento e nessuno si presenta, tutti penseranno…”

La verità è che nessuno presta abbastanza attenzione da notare quando fallisci. E se se ne accorgono, non ci penseranno perché vedono tutti i loro fallimenti da vicino e in modo personale. Pensi che qualcuno potrebbe goderne? Forse, ma è sicuramente una persona che è passata attraverso diversi fallimenti.

Man mano che cresci nella tua attività, diventerai sempre più brava a “fallire bene”, permettendoti di sentirti delusa, ma anche riconoscendo che non è una condanna a vita. I tuoi fallimenti non ti definiscono. Sono una parte necessaria del tuo processo di apprendimento e crescita e non sono la fine della storia.

Finché impari dai fallimenti, dagli errori e dai passi falsi, stai comunque andando avanti.

5. Lavorare con te è un privilegio

All’inizio della tua attività, sei tentata di dire “sì” a chiunque chieda di lavorare con te.

Perché avere nuovi clienti è la sensazione più bella del mondo, giusto? È la prova vivente che la tua offerta vale la pena e che qualcuno si fida abbastanza di te da fare un investimento con te. Ma sotto quei sentimenti c’è un’incertezza persistente.

Quando sei ansiosa di lavorare con chiunque te lo chieda e aspetti che qualcun altro convalidi te e i tuoi servizi sei solo ad un passo dal sentirti scoraggiata e dubitare di te stessa. Ricorda invece che lavorare con te è un privilegio, non un diritto, e una conversazione con un potenzile cliente è la tua opportunità per decidere se quella persona è adatta per te e tu per lei.

Dire di “no” è un dono che ti evita di lavorare con un cliente che non è adatto a te, ed è anche una questione di etica e di rispetto verso quella persona perché le eviti di fare un investimento con una professionista che non sarà al 100% onesta con lei.

6. Vendere può essere facile

Da quando ho avviato la mia attività, ho gestito le conversazioni di vendita più o meno allo stesso modo:

  • Porre domande per comprendere il cliente e la sua situazione
  • Valutare se e come posso aiutare e quale offerta sarebbe la soluzione migliore
  • Supportarle nel decidere se l’offerta è giusta per loro

Questo è tutto!

Non ho mai seguito un corso o un programma di vendita e mi sono adattata a un flusso che sembra naturale per me e per le mie potenziali clienti.

Il punto è questo: non devi assumerti la responsabilità di prendere la decisione di qualcun altro o di convincerli a lavorare con te. Non è necessario costringere le persone a dire “sì” o superare in astuzia i tuoi clienti.

Puoi fidarti al 100% dei tuoi clienti e potenziali clienti affinché prendano la decisione migliore e concentrare le tue energie sulla creazione di uno spazio in cui si sentano liberi di fare la propria scelta e di fidarsi del proprio intuito.

Vuoi il cliente che fa affidamento su altre persone per tutte le sue risposte e si aspetta che tu faccia le cose difficili per lui? Oppure vuoi che il cliente apprezzi il tuo supporto e la tua intuizione, ma alla fine si fida di se stesso per prendere le proprie decisioni?

Decidi cosa è giusto per te rimanendo onesta su come puoi aiutare e consentendo ai tuoi clienti di raggiungere le proprie conclusioni.

Non pensare mai “come posso convincere le persone che hanno bisogno di ciò che ho da offrire?”. Non devi convincere nessuno.

Si tratta di ascoltare per comprendere il tuo potenziale cliente, decidere se pensi che la tua offerta sia adatta e, in tal caso, aiutarlo a valutare e decidere i passi successivi. Sii onesta riguardo alla tua offerta e confida sul fatto che il tuo cliente faccia la scelta giusta per lui!

Nell’area risorse gratuite del mio sito troverai diversi contenuti gratuiti e strumenti utili che possono esserti di supporto nello sviluppo e gestione della tua attività.

Hai bisogno di ispirazione?

Iscriviti per ricevere la mia posta ricca di risorse utili e suggerimenti creativi! Avrei anche accesso alla mia area riservata ricca di workbook e strumenti di lavoro gratuiti.

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
una postazione di lavoro che descrive il blog di Silvia Matzeu

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This